Pane farcito a Napoli


Il pane viene usato dalla notte dei tempi per accompagnare altri tipi di cibo, che si tratti di affettati, o che serva a finire un piatto su cui è rimasto dell’ottimo sughetto da mangiare. Proporre un prodotto già pronto è un’idea che ha portato Forno Cinquanta ha creare il suo tocchetto. Si tratta di pane farcito a Napoli fatto con lievito madre e dalla forma triangolare, da poter mettere sulla tavola senza neppure dover essere tagliato. Essendo di piccole dimensioni può venire preso per accompagnare qualunque tipo di cibo e, se dopo il pasto ne avanzano dei pezzetti, possono essere posti in freezer e scongelati anche molti giorni dopo, mantenendo la medesima fragranza. Il tocchetto deve essere messo in cellophane o un involucro con carta stagnola e deve essere congelato singolarmente in modo che, quando se ne ha bisogno, non si debba estrarre un eccessivo numero di panini che poi andrebbero buttati, ma solo quelli necessari. È importante ricordare che qualsiasi tipo di cibo può essere congelato un’unica volta e se avanza deve essere buttato. Un grande vantaggio quindi dei tocchetti del Forno Cinquanta è che essendo di dimensioni ridotte, è facile capire il numero che mediamente si consuma il un pasto.


I tocchetti inoltre su richiesta possono essere farciti con olive nere, olive calabresi, frigiarelli, pancetta e peperoni. Questo pane farcito di Napoli è ancora più buono rispetto a quello classico, perché ha un sapore molto più ricco. Invece di comprare insani snack al supermercato o merendine dolci e piene di coloranti, un prodotto da forno è decisamente più buono e sano. Prendere l’abitudine di dare ai bambini un tocchetto farcito li rende felici e, poiché il Forno Cinquanta li fa in tanti gusti diversi, è possibile variare ogni giorno la merenda del piccolo.